Home

Roma. On Line il n. 3 di Diari di Cineclub febbraio 2013

E-mail Stampa PDF

ON LINE IL NUMERO di FEBBRAIO di Diari di Cineclub
periodico indipendente di cultura e informazione cinematografica

(scaricalo gratis - free download)

Per leggere il periodico clicca qui a fianco Diari di Cineclub n. 3 febbraio 2013


Diari di Cineclub
Periodico indipendente di cultura e informazione cinematografica
Responsabile Angelo Tantaro Via dei Fulvi 47 – 00174 Roma Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
potete proporre notizie dai Circoli e promuovere iniziative inviando mail a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
a questo numero ha collaborato in redazione Maria Caprasecca
edicola virtuale dove trovare tutti i numeri:
www.cineclubromafedic.it
la testata è stata realizzata da Alessandro Scillitani
grafica e impaginazione Carlo Dessì

Ultimo aggiornamento Martedì 12 Febbraio 2013 21:33
 

Roma. ‘L’Italia che non si vede’, rassegna itinerante del cinema del reale.

E-mail Stampa PDF

 

L’Italia che non si vede
Rassegna itinerante del cinema del reale
Conferenza stampa di presentazione

Roma, lunedì 28 gennaio, ore 11.30
Cineclub Kino, via Perugia 34

Prende il via, con l’anteprima al cinema Arsenale di Pisa il 28 e 29 gennaio, la quarta edizione de  ‘L’Italia che non si vede’, rassegna itinerante del cinema del reale.

La rassegna è organizzata da Ucca (Unione circoli cinematografici Arci) in collaborazione con Istituto Luce Cinecittà e il  sostegno della  Direzione generale Cinema - Ministero  per i Beni e le Attività Culturali.

Toccherà oltre 40 città italiane per un totale di 150 appuntamenti, sia in sale cinematografiche, sia in circoli culturali, sale polivalenti, biblioteche con l’obiettivo di offrire cinema di qualità a un pubblico il più vasto possibile.

La rassegna si compone di dieci film del reale, otto documentari e due opere di finzione, che svolgono un racconto anticonvenzionale dell’Italia, coniugando autonomia di ricerca e produzione con proprietà di linguaggio. Dieci storie che parlano di lavoro, di ambiente, di futuro, di cultura, di diritti, di giovani senza tesi precostituite ma con uno sguardo esplicitamente soggettivo che restituisce ai racconti e alle persone un contesto, spessore e verità.

I film che verranno proiettati  sono Anija – La nave, di Roland Sejko , Dimmi che destino avrò, di Peter Marcias, Il Gemello, di Vincenzo Marra, L’intervallo, di Leonardo Di Costanzo (pluripremiato al Festival di Venezia 2012 e Film della Critica del Sindacato Nazionale Critici-SNCCI), Polvere, di Niccolò Bruna e Andrea Prandstraller, Scorie in libertà, di Gianfranco Pannone, La seconda natura, di Marcello Sannino (Premio Ucca Venticittà- TFF 2012), 7 giorni, di Giovanni Chironi e Ketti RigaTerramatta; di Costanza Quatriglio (Film della critica del SNCCI), Zavorra, di Vincenzo Mineo.

Alla conferenza stampa, coordinata da Massimo Galimberti del cinema Kino e introdotta da Greta Barbolini, presidente Ucca, e Beppe Attene per Luce-Cinecittà, saranno presenti alcuni tra gli autori dei film in rassegna. Tra questi Costanza Quatriglio, Gianfranco Pannone, Roland Sejko, Vincenzo Mineo, Marcello Sannino.

Ultimo aggiornamento Giovedì 24 Gennaio 2013 19:57
 

Roma. Accademia d'Egitto - CINEMA CLUB - 24 gennaio 2013

E-mail Stampa PDF

Italiani  d' EgittoAccademia d’Egitto a Roma presenta

CINEMA CLUB: “GLI ITALIANI D’EGITTO”

di Sherif Fathy Salem (Egitto 2011)

24 Gennaio 2013

L’accademia d’Egitto a Roma presenta la proiezione del  famoso film “Gli italiani d’Egitto” nell’ambito delle iniziative cinematografiche del Cinema Club con l’obiettivo di promuovere tutte le forme di cultura, la nuova stagione del Cinema Club dell’Accademia d’Egitto a Roma è aperta al pubblico ed agli appassionati di cinema.
“Gli italiani d’Egitto”  è un documentario scritto da Ramona Di Marco e diretto da Sherif Fathy Salem; un racconto sul filo dei ricordi di italiani per i quali l'Egitto e' il luogo di nascita e di appartenenza, che si intreccia con la storia del paese, dalla metà dell'Ottocento ad oggi.

Il regista è Sherif Fathy Salem nato al Cairo. Il suo primo documentario “Il Palazzo di Argilla”, premiato in diversi festival internazionali e il suo documentario CLANDESTINI è stato selezionato per il festival “Prix international du documentaire et du reportage Méditerranéen”, a Marsiglia nel 2010.

Il regista Sherif Fathy Salem e l’autrice Ramona Di Marco presenzieranno alla proiezione del film.

L’inizio della proiezione è per le ore 18,30 seguirà alle ore 20 il cocktail Sapori Mediterranei.

Accademia d’Egitto Via Omero,4 - Tel. 06 3201896 - 06 3201907 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Ultimo aggiornamento Venerdì 18 Gennaio 2013 21:10
 

Roma. Ricordo di Florestano Vancini al Cinema Trevi giovedì 31 gennaio 2013 dalle 17 alle 21

E-mail Stampa PDF

Ricordo di Florestano Vancini al Cinema Trevi di Roma giovedì 31 gennaio 2013 dalle 17 alle 21

Florestano Vancini

Quante sono le stagioni dei nostri amori?
Sentimenti, rivoluzioni, speranze, delusioni, rimpianti...cinema

 

Cineteca Nazionale- Cinema Trevi, Roma
giovedì 31 gennaio 2013 dalle 17 e alle 21

 

Italo Moscati con Giuliano Gemma, Carlo Lizzani, Fabio Micolano, Morando Morandini, Franco Nero
raccontano FLORESTANO VANCINI e i suoi film...

17. "La lunga notte del '43" (1960)

19."Bronte: cronaca di un massacro che i libri di storia non hanno raccontato

21. Incontro condotto da I.Moscati

a seguire il documentario "Florestano Vancini: cronaca di un autore che i libri di cinema non hanno ufficientemente apprezzato" di Fabio Micolano (2008)

Ultimo aggiornamento Venerdì 18 Gennaio 2013 14:39
 

Roma. On Line il n. 2 di Diari di Cineclub gennaio 2013

E-mail Stampa PDF

ON LINE IL NUOVO NUMERO DI Diari di Cineclub

(scaricalo gratis - free download)

Per leggere il periodico clicca qui a fianco Diari di Cineclub n. 2 gennaio 2013

E' possibile leggere/scaricare il file in formato PDF che contiene le pagine a colori di dimensioni idonee anche per la stampa.

Diari di Cineclub
Periodico indipendente di cultura e informazione cinematografica
Responsabile Angelo Tantaro  Via dei Fulvi 47 – 00174 Roma Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
potete proporre notizie dai Circoli e promuovere iniziative inviando mail a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
a questo numero ha collaborato in redazione Maria Caprasecca
edicola virtuale dove trovare tutti i numeri:
www.cineclubromafedic.it
la testata è stata realizzata da Alessandro Scillitani
grafica e impaginazione Carlo Dessì

Ultimo aggiornamento Lunedì 14 Gennaio 2013 10:11
 

Roma. Ascolta l'intervista su Diari di Cineclub a Radio Onda Rossa

E-mail Stampa PDF

 

Giovedì 10 Diari di Cineclub ospite della trasmissione

I Visionari

RADIO ONDA ROSSA - 87.9 FM
In streaming su http://www.ondarossa.info (‘ascolta la diretta’)

per ascoltare la registrazione della puntata

per ascoltare la registrazione della puntata: http://archive.org/details/Visionari10012013

(l'intervista su Diari di Cineclub a circa 52’28’’)

Ultimo aggiornamento Lunedì 14 Gennaio 2013 10:05
 

Roma. La nostra Mariangela Melato

E-mail Stampa PDF

Roma venerdì 11 gennaio 2013. L'ultimo commosso saluto alla nostra antidiva e brava Mariangela Melato

Ultimo aggiornamento Domenica 13 Gennaio 2013 00:37
 

Roma. Giulia Zoppi di Diari di Cineclub a Radio Onda Rossa Giovedì 10 gennaio 2013

E-mail Stampa PDF

 

Diari di Cineclub

Giulia Zoppi a Radio Onda Rossa

per presentare il nuovo Periodico Indipendente di Cultura e Informazione Cinematografica

Nella trasmissione settimanale di cinema Visionari condotta da Federico Raponi, nella puntata di
giovedì 10 gennaio 2013 ore 14/15
RADIO ONDA ROSSA - 87.9 FM
In streaming su http://www.ondarossa.info (‘ascolta la diretta’)
SMS in diretta 342.3574357
via dei Volsci 56 - 00185 Roma
sarà ospite Giulia Zoppi della redazione di Diari di Cineclub
per presentare il nuovo
Periodico Indipendente di Cultura e Informazione Cinematografica

Per leggere/scaricare i diversi numeri, vai sull’edicola virtuale del sito www.cineclubromafedic.it
o manda una mail a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. per richiederne l’abbonamento gratuito on line.

Buon ascolto!

Ultimo aggiornamento Giovedì 10 Gennaio 2013 17:39
 

Roma. Nasce Diari di Cineclub, periodico indipendente di cultura cinematografica.

E-mail Stampa PDF

 

Nasce Diari di Cineclub, periodico indipendente di cultura cinematografica.

Ogni nuova rivista libera è una nascita e annuncia altra forma di libera comunicazione.  Il periodico è on line e tutti i collaboratori sono volontari. Il costo è zero e viene distribuito gratuitamente.

Nei prossimi giorni esce il secondo numero del periodico indipendente di cultura cinematografica Diari di Cineclub. Siamo orgogliosi di aver dedicato il primo numero a Marino Borgogni, campione di associazionismo culturale, responsabile di fedicNotizie, VicePresidente della Fedic e Presidente del Valdarno Cinema Fedic scomparso lo scorso 19 novembre e a cui vorremmo ispirarci. Diari di Cineclub, nasce con il proposito di contribuire a comunicare dentro e fuori il mondo dell’associazionismo di cultura cinematografica e delle carte di critica cinematografica. Il periodico vorrà occupare questo posto grazie al volontariato, alla credibilità, alla tenacia dei suoi collaboratori e alla validità dei suoi approcci di comunicazione e di critica.

Questa nuova testata desidera diventare un luogo di approfondimento delle diverse realtà, attuali e storiche, per gli operatori culturali che operano nel cinema, in particolare  su quello indipendente, meno mercantile e per questo più libero e meno conosciuto. Concentrerà la sua indagine sulle opere più interessanti a prescindere dalla durata, sia che riescano a essere distribuite o meno, ma che siano di sicuro coinvolgimento per i cineclub, i cineforum, i cinecircoli. Nello specifico concentrerà  la sua attenzione sull’ attività svolta dall’associazionismo, e per questo che la redazione veicolerà le notizie provenienti dai Circoli per promuovere le proprie iniziative.

Informerà sui festival nazionali o internazionali che hanno un motivo di esistere e su quegli autori che hanno fatto o faranno la storia del cinema. Il periodico non dimenticherà le altre forme d’arte come il teatro, la pittura, la poesia, la musica e altre espressioni complementari e sostanziali del cinema. Diari di Cineclub  inizia come foglio elettronico per perfezionarsi nel tempo e crescere in qualcosa che vorrà essere.

Per leggere/scaricare i diversi numeri, vai sull’edicola virtuale del sito
www.cineclubromafedic.it o manda una mail a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. per richiederne l’abbonamento gratuito on line.


Diari di Cineclub
Periodico indipendente di cultura e informazione cinematografica
Responsabile Angelo Tantaro
Via dei Fulvi 47 – 00174 Roma
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
potete proporre notizie dai Circoli e promuovere iniziative inviando mail a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
edicola virtuale dove trovare tutti i numeri: www.cineclubromafedic.it
la testata è stata realizzata da Alessandro Scillitani
grafica e impaginazione Carlo Dessì

Ultimo aggiornamento Sabato 05 Gennaio 2013 18:38
 

Roma. Hitchcock, brividi e amori di Italo Moscati a radio2 Rai Podcast da lunedì 10 dicembre

E-mail Stampa PDF

Alfred HitchcockRADIO2 RAI- PODCAST

Da lunedì 10 dicembre 2012- Tutti i giorni
lo ascoltate quando volete voi

HITCHCOCK, BRIVIDI E AMORI

di Italo Moscati

La trasmissione "Alle 8 della sera"in venti puntate e il libro edito da Ediesse in cui l'Autore riscopre la vita, il cinema, il sesso, la grande sensibilità di un regista di un "un poeta sconosciuto"

Si possono ascoltare le puntate molto facilmente dal sito di Radio2Rai

e dai motori di ricerca indicando titolo, autore e rete che trasmette le venti puntate

Ultimo aggiornamento Domenica 09 Dicembre 2012 08:23
 

Roma. Distribuzione Indipendente alla Casa del Cinema presenta il listino 2013 e il progetto G Movie

E-mail Stampa PDF

vi invita alla presentazione del nuovo Listino 2013
e lancerà “G Movie”, un progetto innovativo di free dvd per reinventare l’home entertainment

MARTEDÌ 11 DICEMBRE c/o Casa del Cinema ore 10.30 presentazione del Listino 2013 e del Progetto “G Movie” ;

ore 11.00 anteprima stampa del film "The Ghostmaker" supernatural thriller diretto da Mauro Borrelli durata 91’

- uscita 4 gennaio 2013, nelle sale del circuito alternativo di Distribuzione Indipendente

- a fine gennaio 2013 anche distribuito gratuitamente in 20.000 copie dvd con “G Movie”

a seguire incontro con il regista Mauro Borrelli concept designer di tante immagini di film di Tim Burton, Terry Gilliam, Francis Ford Coppola ore 13.00

brindisi
********

The Ghostmaker regia Mauro Borrelli, sceneggiatura di Mauro Borrelli e Scott Svatos con Aaron Dean Eisenberg, Liz Fenning, J. Walter Holland, Jared Grey

SINOSSI: Un gruppo di ragazzi ritrova una bara del XV secolo dotata di poteri straordinari. Ad uno ad uno gli amici accetteranno di smaterializzare il proprio corpo e di affacciarsi oltre il confine tra la vita e la morte.

BIO DEL REGISTA

Mauro Borrelli inizia la sua carriera a Cinecittà, alla fine degli anni Ottanta, come illustratore nel film "Il Barone di Munchausen" di Terry Gilliam. Il suo talento viene notato da Francis Ford Coppola che lo invita a vivere un anno a casa sua a Napa Valley, in California. Collabora con lui nella previsualizzazione del "Padrino parte III" e "Dracula". Da qui inizia il percorso hollywoodiano di Borrelli. Come concept designer ha ideato tante immagini di grandi film. Tra queste: la quercia de "Il Mistero di Sleepy Hollow" di Tim Burton, il galeone de "I pirati dei Caraibi" di Gore Verbinski e altre creazioni per "Il Piccolo Buddha" di Bernardo Bertolucci, "Il Pianeta delle Scimmie", "Lemony Snicket" di Brad Silberling e "Dark Shadows" di Tim Burton.

I disegni di Borrelli, testimonianza del lungo sodalizio con Burton, sono ora in giro per il mondo nella mostra “Tim Burton”, presentata al Moma di New York e alla Cinématèque Française di Parigi.

Vi preghiamo di confermare la vostra presenza

UFFICIO STAMPA: VIC Communication: Vera Usai   Lucrezia Viti   Stefano Orsini
web: www.vic-communication.com facebook: www.facebook.com/VicCommunication twitter: www.twitter.com/VIC_PressOffice

Ultimo aggiornamento Sabato 08 Dicembre 2012 07:30
 

Roma. Pupi Avati inaugura CineCampus il 10 Dicembre 2012 ore 18.30

E-mail Stampa PDF

Pupi Avati inaugura CineCampus,

il cineforum dell’Università eCampus

Proiezione del film “Il cuore grande delle ragazze”. A seguire dibattito condotto da Savino Zaba, Uno Mattina – Storie Vere (Rai Uno)

10 dicembre 2012, ore 18.30 – Università eCampus, via del Tritone 169 (Roma)

Si chiama CineCampus il cineforum che la sede di Roma dell’Università eCampus (via del Tritone 169), in collaborazione con ACT Multimedia e Associazione Comunicare@, inaugurerà il 10 dicembre alle ore 18.30 con un ospite d’eccezione, Pupi Avati.

Il primo film che darà il via al ciclo di proiezioni è Il cuore grande delle ragazze, del Maestro Pupi Avati, con Micaela Ramazzotti e Cesare Cremonini.

In occasione dell’inaugurazione del CineCampus, sarà presentato il calendario delle serate nelle quali si svolgeranno le altre proiezioni, alle quali parteciperà sempre almeno un personaggio del film.

Subito dopo la proiezione, si svolgerà un dibattito condotto da Savino Zaba, (Storie Vere di Uno Mattina - Rai Uno), che vedrà protagonista il celebre regista.

L’ingresso è libero fino all’esaurimento dei posti disponibili.

Per informazioni:
Università telematica e-Campus sede di Roma - Via del Tritone, 169
Ufficio Stampa eCampus Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. tel. 06 699 40 111

Ultimo aggiornamento Domenica 31 Marzo 2013 11:45
 

Roma. Diari di Cineclub esce il n. 1 dedicato interamente a Marino Borgogni

E-mail Stampa PDF

 

 

E’ in uscita, nella prima quindicina di dicembre, il primo numero del periodico Diari di Cineclub che sarà completamente dedicato a Marino Borgogni, esempio significativo di Associazionismo di Cultura Cinematografica, scomparso a San Giovanni  Valdarno (Arezzo) lo scorso 19 novembre. La Redazione

Diari di Cineclub
Periodico indipendente di cultura
e informazione cinematografica
Responsabile Angelo Tantaro
Via dei Fulvi 47 – 00174 Roma
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
potete proporre notizie dai Circoli e promuovere iniziative
inviando mail a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
a questo numero ha collaborato in redazione Maria Caprasecca
edicola virtuale dove trovare tutti i numeri:
www.cineclubromafedic.it
la testata è stata realizzata da Alessandro Scillitani
grafica e impaginazione
Carlo Dessì

Ultimo aggiornamento Lunedì 03 Dicembre 2012 15:49
 

Roma. Un omaggio speciale ad Omar Sharif il 6 e il 13 dicembre.

E-mail Stampa PDF

Un omaggio speciale ad Omar Sharif.

Il Cinema Club dell’’Accademia d’Egitto, per i cultori del cinema, con ingresso gratuito organizza la proiezione di:

  • "C'era una volta"  Regia di Francesco Rosi, 1967; il 6 dicembre alle ore 19
  • · "Lawrence d'Arabia" Regia di David Lean, 1962; il 13 Dicembre alle ore 18

Seguirà un cocktail per gli ospiti.

 

Per informazioni: tel. 063201896 - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - Via Omero, 4 - 00197 Roma

Ultimo aggiornamento Domenica 02 Dicembre 2012 18:14
 

Roma. Italo Moscati racconta Casablanca di Michael Curtiz

E-mail Stampa PDF

Casablanca di Michael Curtiz - 1942 con Humphrey Bogart e Ingrid Bergman

WR6- WebRadioRai- On line. Lunedì 26 novembre 2012

in diretta ore 13-14

www.wr6.rai.it

pocast Itunes- Sito Rai Tv

In CORSI & RICORSI - programma condotto da Roberto Quintini

Italo Moscati

racconta

Casablanca

film di Michael Curtiz con Humphrey Bogart e Ingrid Bergman

"A settant'anni dalla prima proiezione di una delle opere più famose e romantiche del cinema

una grande lezione di vita e di rivolta" (Italo Moscati)

Ultimo aggiornamento Sabato 24 Novembre 2012 09:30
 

Per Marino Borgogni Vice Presidente della Fedic

E-mail Stampa PDF

Marino Borgogni

Per Marino

Alcuni mesi fa il nemico fece i primi attacchi di disturbo alla nostra comunità. Tu, generoso come tutti ti conoscono, subito ti arruolasti in aviazione coinvolgendomi. Anch’io mi arruolai per combattere al tuo fianco.
Per me sei sempre stato rassomigliante a Clint Eastwood e anche durante i combattimenti eri irresistibile e fortissimo, schivavi tutti i colpi, scaltro e intelligente come quando non eravamo in guerra.
E proprio mentre mi comunicavi via radio che non vedevi l’ora di tornare a terra per farti una sigaretta, un caccia nemico ancora più potente mandato appositamente per abbatterti, ha colpito il tuo apparecchio. Tu sei stato più veloce e il tuo aereo ha continuato a volare.
Alle mie grida, tu proseguivi una manovra spericolata per costringere il nemico a fare una virata sbagliata e il bastardo è precipitato.
Mi confortavi con voce suadente e serena, continuavi a dirmi che il motore era intatto ma i comandi non rispondevano più e stavi cercando di risolvere il problema.
Ti vedevo allontanarti sempre di più. Io, con il mio aereo non sono riuscito a raggiungerti, quei farabutti dei nemici me lo hanno impedito.
Il tuo aereo continuava impazzito la sua corsa veloce fino a sparire dietro una nuvola. Non ti ho visto più.
Io adesso non so dove sei, ma so di certo che stai facendo di tutto per tornare a casa. Fai in fretta a rientrare perché io, senza di te, non ci so stare. angelo

Marino Borgogni, presidente di Valdarno Cinema Fedic, V.Presidente della Fedic,  già geometra di San Giovanni Valdarno e consigliere indipendente del Comune. Autore di corti, vignettista, pittore e modellista di plastici ferroviari.

Ed è sempre da San Giovanni Valdarno che ‘Fedic Notizie’ giungeva puntualmente con l’e-mail di Marino Borgogni per aggiornarci sulle varie attività dei Cineclub, ormai cresciuti numericamente. L’auspicata visibilità è, anche grazie a Marino,  ormai a portata di chiunque voglia documentarsi e seguirci.

Quando la presidenza della Fedic passò da Roma  a Milano, non fu rinnovato il contratto di affitto. Famosa la vignetta di Marino Borgogni con Piero Livi in sacco a pelo, sotto un albero di un giardino pubblico, che rispondeva al telefono: “Pronto Fedic!!”.

Il Festival Valdarno Cinema Fedic nasce nel 1983 come competizione riservata ai soci della Fedic. Il locale Cineclub organizzava sin dal 1963 il “Marzocco d’oro” riservato all’8mm. la scelta quale sede dello svolgimento del massimo concorso nazionale Fedic rappresentava un riconoscimento alla ventennale attività del cineclub locale.   Il Presidente del Comitato organizzatore è Marino Borgogni sin dalla sua prima edizione.

Come autore ha realizzato diversi cortometraggi cimentandosi anche con l’animazione.

In “Casamara” - S8, 22’  del 1976  è sulla linea di ricerca politica e di informazione sociale che dovrebbe contraddistinguere l’operatore culturale del nostro tempo;  come in un altro esempio “Dov’è la vittoria” - 16’ del 1977 un film sulla prima guerra mondiale, Dalla parte giusta, quella pacifista.  

Disponibile a dialogare con sereno spirito costruttivo, è stato un dirigente Fedic che ha sempre riscosso la fiducia di tutti.
Leggendaria la sua  sorprendente dote di intermediazione. E andato via lunedì 19 Novembre 2012 alle ore 17 dalla sua casa in San Giovanni Valdarno (Arezzo). Angelo Tantaro

Angelo Tantaro e Marino Borgogni

In ricordo di Marino Borgogni, Presidente di Valdarno Cinema Fedic

Il Comitato Organizzatore, il Direttore Artistico, il Direttore Organizzativo e lo staff tutto di Valdarno Cinema FEDIC piangono la scomparsa del Presidente Marino Borgogni e partecipano sentitamente al dolore della famiglia. Ne ricordano il costante e assiduo impegno nella promozione del Festival e della cultura cinematografica, la competenza, la professionalità e il grande amore per il cinema, oltre alla profonda umanità, correttezza, disponibilità e affabilità che l'hanno sempre contraddistinto nel suo agire.

p. il Comitato Organizzatore di Valdarno Cinema FEDIC
Il VicePresidente Fabio Franchi

Ultimo aggiornamento Martedì 20 Novembre 2012 15:35
 

Roma. Presentati gli Atti del Convegno sull'Associazionismo di Cultura Cinematografica

E-mail Stampa PDF

Presentati gli Atti del Convegno sull’Associazionismo Nazionale di Cultura Cinematografica
tenutosi nell’ambito del SardiniaFilmFestival – Cineclub Sassari  presso l’ Università di Sassari 29/30 Giugno
Roma – FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL FILM DI ROMA
Venerdì 16 Novembre Lazio Film Fund – Villaggio del Cinema
Auditorium Parco della Musica

 

Atti del Convegno. L 'Associazionismo agli albori del XXI secolo - Angelo Tantaro (a cura di) pagg. 160 Alcione Editore Novembre 2012  ISBN 978-88-88669-37-3 

Le Associazioni Nazionali di Cultura Cinematografica al centro del dibattito su Cinema e Territorio tenutosi presso lo spazio Lazio Film Fund del Festival Internazionale del Film di Roma sono intervenute con Marco Asunis, presidente della FICC, per presentare gli Atti del Convegno di Sassari nei quali si ribadisce la necessità e l’impegno del lavoro di promozione delle Associazioni Nazionali di Cultura Cinematografica sul Territorio come unico presidio per una cultura diffusa tesa alla formazione del pubblico delle nuove generazioni e alla circuitazione del cinema indipendente.

La necessità del rilancio e del riconoscimento dell’Associazionismo cinematografico è diventata un’urgenza per rispondere alle sfide della comunicazione contemporanea.

L’esperienza del cinema di prossimità testimoniata da Giancarlo Giraud del C.G.S., altro rappresentante dell’Associazionismo, ha rafforzato, mettendo ulteriormente in evidenza, il valore aggiunto del cinema di qualità nei piccoli centri.

Al termine dell’incontro è emersa la necessità di un rafforzamento del coordinamento delle nove Associazioni per sviluppare sempre di più il lavoro unitario.

Per tale obiettivo le Associazioni opereranno per individuare a Roma una sede comune che rappresenti la sintesi delle esperienze e interloquisca  in maniera condivisa con le Istituzioni.

Alcuni dei presenti, da sx: Giovanni Costantino, Elio Girlanda, Giancarlo Giraud, Candido Coppetelli, Enzo Natta, Paolo Micalizzi, Marco Asunis, Angelo Tantaro, Amedeo Mecchi.

Marco Asunis durante l'intervento   da sx Angelo Tantaro e Carlo Tagliabue   Sede C.G.S. da sx Cristina Caponi, Angelo Tantaro, Candido Coppetelli, Marco Asunis, Paolo Micalizzi
Ultimo aggiornamento Mercoledì 21 Novembre 2012 10:12
 

Roma. Assegnati i premi al VII Festival Internazionale del Film di Roma

E-mail Stampa PDF

La giuria del settimo Festival Internazionale del Film di Roma, presieduta da Jeff Nichols, ha assegnato i seguenti premi:
Marc'Aurelio d'Oro per il miglior film: Marfa Girl di Larry Clark;

Premio per la migliore regia: Paolo Franchi per E la chiamano estate;

Premio Speciale della Giuria: Alì ha gli occhi azzurri di Claudio Giovannesi;

Premio per la migliore interpretazione maschile: Jèrèmie Elkaïm per Main dans la main;

Premio per la migliore interpretazione femminile: Isabella Ferrari per E la chiamano estate;

Premio a un giovane attore o attrice emergente: Marilyne Fontaine per Un enfant de toi;

Premio per il migliore contributo tecnico: Arnau Valls Colomer per la fotografia di Mai morire;

Premio per la migliore sceneggiatura: Noah Harpster e Micah Fitzerman-Blue per The Motel Life.

Concorso CinemaXXI:

La Giuria Internazionale presieduta da Douglas Gordon, e composta da Hans Hurch, Ed Lachman, Andrea Lissoni ed Emily Jacir, ha assegnato i seguenti premi:

Premio CinemaXXI (riservato ai lungometraggi): Avanti Popolo di Michael Wahrmann;
Premio Speciale della Giuria - CinemaXXI (riservato ai lungometraggi): Picas di Laila Pakalnina; Premio CinemaXXI Cortometraggi e Mediometraggi: Panihida di Ana-Felicia Scutelnicu.

 

Roma. L'immagine del suono. Italo Moscati presidente della giuria del Contest

E-mail Stampa PDF

L'immagine del suono

Mercoledì 21 novembre 2012 ore 20,30

Casa del cinema di Roma-  Sala Deluxe

Largo Marcello Mastroianni 1, Roma

Italo Moscati

presiede la giuria del Contest- Ieri, oggi, domani

serata finale, premiazione dei corti che hanno partecipato

al Concorso "L'immagine del suono"

direzione Franco Bixio, direzione artistica Renato Marengo

Cinevox Record
06.39728216 - Fax 06.39728215

Ultimo aggiornamento Sabato 17 Novembre 2012 00:58
 

Roma. 18 Novembre Pedalata Roma & il Cinema. Appuntamento a Piazza del Popolo e al Circo Massimo

E-mail Stampa PDF

18 Novembre Pedalata Roma & il Cinema

Ladri di biciclette di Vittorio De Sica - 1948

La capitale dal dopoguerra ad oggi grazie all’inventiva di diversi registi e cineasti ecc è diventata un grande set cinematografico  che ha resa famosa la capitale nel corso degli anni. in questo contesto l’associazione Biciebike & Sherwood propone un tour su due ruote,  ripercorrendo in bicicletta i luoghi dove sono stati girate le scene di alcuni film sul neorealismo come Roma Città Aperta, Ladri di Biciclette, Accattone, Poveri Ma Belli ecc.

Per l’occasione un  esperto del settore con alcune soste culturali e storiche illustrerà i luoghi attraversati, raccontando la Roma di quel periodo. Per chi vuole partecipare a questa pedalata storico culturale è alle 9.30 sotto l’obelisco di Piazza del Popolo oppure alle 10 alla stazione della Metro di Circo Massimo. 3332959181 – www.biciebike.orgQuesto indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Ultimo aggiornamento Martedì 13 Novembre 2012 20:58
 

Roma. FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL FILM DI ROMA - Presentazione del volume sugli Atti del Convegno di Sassari sull'Associazionismo.

E-mail Stampa PDF

Presentazione del volume sugli Atti del Convegno di Sassari sull'Associazionismo
Roma – FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL FILM DI ROMA

Venerdì 16 ore 15.30 | 18.30 |
La partecipazione al Convegno è riservata agli accreditati Professional - TBS – Lazio Film Fund;
chi fosse interessato alla partecipazione deve comunicarlo all'indirizzo mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. entro le ore 12 di giovedì 15 novembre.

Lazio Film Fund – Villaggio del Cinema - Auditorium Parco della Musica
“Cinema e Territorio: sale cinematografiche, offerta culturale e sviluppo.”

In collaborazione con Associazioni Nazionali di Cultura Cinematografica

Tra gli altri interverranno:

- Giancarlo Giraud (C.G.S. – Cinecircoli Giovanili Socioculturali, Presidente Liguria)
- Marco Asunis (FICC - Federazione Italiana dei Circoli del Cinema, Presidente)

Con l’occasione sarà presentato il volume:

Atti del Convegno sull’associazionismo di cultura cinematografica

Sassari Giugno 2012 con il contributo del cineclub Sassari e nell’ambito del VII SardiniaFilmFestival

Prefazione di Enzo Natta

Angelo Tantaro (a cura di)


 

* Giovedì 1 novembre su RadioOndaRossa, durante la trasmissione Visionari, Marco Asunis presidente della FICC, in rappresentanza dell’evento, è stato intervistato sugli atti del convegno ‘L’Associazionismo culturale agli albori del XXI secolo’. Per chi volesse ascoltare la registrazione: http://archive.org/details/Visionari317 (intervento a circa 47’.55’)

www.cineclubromafedic.it
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Ultimo aggiornamento Venerdì 09 Novembre 2012 22:52
 

Roma. Il ricordo di Marco Felloni nel Dizionario della letteratura ferrarese contemporanea.

E-mail Stampa PDF

Un modo come un altro per ricordare un grande presidente di cineclub fedic scomparso nel 2010:

MARCO FELLONI di Ferrara.

Si informa che, a cura di Este Edition – La Carmelina edizioni, è stato pubblicato in questi giorni un  E-book sui maggiori autori della storia contemporanea ferrarese  disponibile in tutte le librerie on-line di Internet.
Roby Guerra, Dizionario della letteratura ferrarese contemporanea.
(pagg. 162, € 3,90 ISBN 978-88-6704-041-4 ) - http://www.este-edition.com/prodotti.php?idProd=751).

A pag. 129 -  Marco Felloni: un'esistenza di ordinaria libertà di Angelo Tantaro
da fedicNotizie diretto da Marino Borgogni, aprile 2010.

Un passionale ricordo di Marco, presidente dello storico cineclub fedic di Ferrara, un modello libertario degno esempio di cultura e libertà.

Marco Felloni

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 02 Novembre 2012 09:09
 

Intervento sugli Atti del Convegno di Sassari alla trasmissione VISIONARI Giovedì 01 Novembre 2012 ore 14

E-mail Stampa PDF

Giovedì 1 Novembre ore 14

Radio Onda Rossa

www.cineclubromafedic.it

Prosegue l’attività di promozione degli Atti del Convegno sull’Associazionismo tenuto a Sassari nel mese di giugno scorso nell’ambito del VII Sardinia Film Festival. Protagonisti del Convegno, ricordiamo, le nove Associazioni di cultura cinematografica riconosciute dal MIBAC riunite per dare slancio unitario al ruolo delle Associazioni, anche attraverso attività comuni.

Non potendo partecipare Angelo Tantaro - curatore del volume - con intervento telefonico in diretta a Visionari, trasmissione settimanale di cinema di Radio Onda Rossa, GIOVEDI' 01 Novembre 2012 ORE 14, al suo posto prenderà parte il Presidente della FICC (Federazione Italiana Circoli del Cinema) Marco Asunis che risponderà dalla sua Cagliari. In trasmissione, tra i tanti ospiti, anche l’amico produttore Giancarlo Arcopinto.

Di seguito le credenziali della trasmissione curata da Federico Raponi.

http://it.youtube.com/watch?v=O-o1WigyQI

---------------------------------------------------------------------------------

VISIONARI

- 17° Premio Domenico Meccoli ‘ScriverediCinema’’ 2008 -
(http://www.cinegiornalisti.com/magazineonlinevisualizza.asp?id=1433)
trasmissione settimanale di cinema, il giovedì ore 14>15
RADIO ONDA ROSSA - 87.9 FM
In streaming su http://www.ondarossa.info (‘‘ascolta la diretta’’)
SMS in diretta 342.3574357
e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
via dei Volsci 56 - 00185 Roma
http://www.facebook.com/pages/Visionari/306981222666964

-------------------------------------------------------------------------------

GIOVEDI' 01 DICEMBRE 2012 ORE 14

“Vietato l'ingresso ai fedeli di altre religioni”
(dal cartello all’’ingresso del monastero ortodosso di ‘Oltre le colline’)

OSPITI
Il produttore Gianluca Arcopinto, per il ritorno della Pablo
Daniele Vicàri, regista del doc ‘‘La Nave dolce’’ (Teatro Valle Occupato - Roma, 06 Novembre, in uscita l’08 Novembre)
Gabriele Del Grande, co-regista del doc ‘‘In Nome del popolo italiano’’ (Teatro Valle Occupato - Roma, 06 Novembre)
Andrea Legni, regista del doc ‘‘Kosovo versus Kosovo’’ (Nuovo Cinema Palazzo - Roma, 05 Novembre)
uno dei curatori del progetto ‘‘Movi(e)ng to Gaza’’
Francesco Merini, regista del doc ‘‘Palestina per principianti - educazione sentimentale di un bassista rockabilly’
Cinzia Castanìa, regista del doc ‘‘Mineo housing’’’
Marco Asunis, presidente della Federazione Italiana dei Circoli del Cinema, sugli atti del Convegno "‘L’Associazionismo culturale agli albori del XXI secolo’’ (Sassari, 29-30 Giugno 2012)

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le USCITE di Giovedì 31 Ottobre:

The Rocky horror picture show (30)
007 Skyfall
E io non pago - L’’Italia dei furbetti
Un’’Estate da giganti
Oltre le colline
http://filmup.leonardo.it/oltrelecolline.htm
Silent hill: revelation 3D

-----------------------------------------------------------

Suggerimenti sui film in SALA a Roma e provincia:

Amour
Gli Equilibristi
E' stato il figlio
Un Giorno speciale
Monsieur Lazhar
On the road
Reality
Il Rosso e il blu
http://filmup.leonardo.it/ilrossoeilblu.htm
Un Sapore di ruggine e ossa
http://filmup.leonardo.it/derouilleetdos.htm
Total recall - atto di forza

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Film in TV:

Mercoledì 31 Ottobre : Rendition - detenzione illegale ? Punto di non ritorno ? Vento di passioni
Giovedì 01 Novembre: Montecristo (di K.Reinolds) ? Prima di mezzanotte ? Un Tranquillo week-end di paura
Venerdì 02: Nightmare before Christmas
Sabato 03: Monsoon wedding
Domenica 04: La Bocca del lupo ? The Boxer ? Witness - il testimone ? Il Caso Mattei ? Toro scatenato ? Giulietta degli spiriti
Lunedì 05: La Bocca del lupo ? Giorni e nuvole ? L’’Isola dell’’ingiustizia - Alcatraz
Martedì 06: The Mothman prophecies ? E' complicato (http://filmup.leonardo.it/ecomplicato.htm) ? My name is Joe

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Gli altri appuntamenti della settimana:

rassegna ‘‘Diversamente giovani - quando il cinema supera gli ‘"anta"’ in 6 pellicole doc’’ (Alphaville Cineclub - Roma, 31 Ottobre > 04 Novembre)
France Odeon - festival del cinema francese (Cinema Odeon - Firenze, 01>04 Novembre)
10° Ravenna Nightmare Film Festival (Cinema Corso - Ravenna, 27 Ottobre > 03 Novembre)

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

La scorsa puntata (Giovedì 25 Ottobre 2012 ore 14):
http://archive.org/details/Visionari316
Massimiliano Bruno, regista di ‘‘Viva l’’Italia’’, in uscita il 25 Ottobre
Antonio Bellìa, regista del doc ‘‘Il Santo nero’’ (Medfilm Festival - Roma, 26 Ottobre)
Michele Bertini Malgarini, regista del doc ‘‘In Pecore pecunia’’ (ViaEmiliaDocFest)
Alessandra Locatelli, regista del doc ‘‘Il Rumore dell’’erba’’ (ViaEmiliaDocFest)
Giulia Palladini, regista del doc ‘‘Poetico documentario di un amore immaginario’’ (ViaEmiliaDocFest)
Adriano Zecca, regista del doc ‘‘Infanzia incarcerata’’’
Gislaine Marins di Cinemamme, per presentare la 5° stagione (Nuovo Cinema Aquila, dal 26 Ottobre)

LArchivio del 2012:
http://www.ondarossa.info/newstrasmissioni/archivio-2012

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------

BUON ASCOLTO!

www.cineclubromafedic.it
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 31 Ottobre 2012 23:27
 

Roma. Presentazione Atti del Convegno - L'Associazionismo culturale agli albori del XXI Secolo - Angelo Tantaro (a cura di)

E-mail Stampa PDF

 

L’associazionismo culturale agli albori del XXI secolo.
L’impegno dell’operatore culturale e il rogo della cultura.

Convegno nell’ambito del VII Sardinia Film Festival
Università di Sassari 29/30 giugno 2012

 

Atti del Convegno

moderato da Italo Moscati
Prefazione di Enzo Natta

Presidenti delle nove Associazioni nazionali di cultura cinematografica riconosciute

dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, a confronto:

ANCCI Associazione Nazionale Circoli Cinematografici Italiani CGS Cinecircoli Giovanili Socio-Culturali
CINIT Cineforum Italiano CSC Centro Studi Cinematografici FEDIC Federazione Italiana dei Cineclub
FIC Federazione Italiana Cineforum FICC Federazione Italiana dei Circoli di Cinema
UCCA Unione Circoli Cinematografici ARCI UICC Unione Italiana dei Circoli del Cinema

 

Angelo Tantaro (a cura di)

ISBN 978-88-88669-37-3


E’ in uscita, per i tipi dell’Alcione Editore di Venezia,  il volume contenente gli Atti del Convegno tenutosi a fine giugno nell’ambito del VII SardiniaFilmFestival. Il libro, di 160 pagg., sarà presentato venerdì 16 novembre al Festival Internazionale del Film di Roma.

E' stato possibile realizzare il convegno grazie al contributo organizzativo di Angelo Tantaro, presidente del SardiniaFilmFestival; Paolo Micalizzi, referente organizzativo; Marta Manconi, segreteria; Nando Scanu, presidente Consulta Fedic Sardegna; Italo Moscati, moderatore; i Presidenti/delegati che, con la loro presenza, hanno concorso alla riuscita. Dal punto di vista logistico i ringraziamenti vanno al Cineclub Sassari; all'Università di Sassari e al Magnifico Rettore prof. Attilio Mastino; alla Sella & Mosca importante azienda vinicola di Alghero. Dal punto di vista economico al Cineclub Sassari e al suo presidente Carlo Dessì, a cui vanno ulteriori ringraziamenti e riconoscenza per la pubblicazione di questi Atti .

Ultimo aggiornamento Mercoledì 31 Ottobre 2012 23:58
 

Convenzione Festival Internazionale del film di Roma 2012 e Fedic Federazione Italiana dei Cineclub

E-mail Stampa PDF

 

Convenzione Festival Internazionale del film di Roma e Fedic Federazione Italiana dei Cineclub

Il Festival Internazionale del Film di Roma e la Fedic hanno stipulato un contratto che prevede, per i propri soci, un canale privilegiato di partecipazione al Festival che si svolgerà a Roma all’Auditorium di viale Pietro de Coubertin, 10 dal 9 al 17 novembre.

Cosa si offre

La Fondazione si impegna a riconoscere ai soci della Federazione, previa esibizione del tesserino di appartenenza, la possibilità di acquistare i biglietti di Festival e degli altri eventi organizzati da Fondazione con una riduzione del 20% (ventipercento) sul prezzo del biglietto intero individuale. La riduzione non verrà applicata all’acquisto di biglietti di prezzo uguale o inferiore a 5 euro, all’acquisto di abbonamenti, e non potrà essere cumulabile con altri tipi di offerte e/o riduzioni.
AI soci della Federazione è offerta la possibilità di acquistare accrediti culturali al costo ridotto di 45 euro l’uno.

Modalità di fruizione

Gli accrediti Festival culturali al costo ridotto di 45 euro potranno essere richiesti compilando il modulo on-line ed inserendo copia del tesserino di appartenenza in corso di validità, entro il 12 ottobre 2012 attraverso il sito internet http://www.romacinemafest.it/ (sezione ACCREDITI) fino ad esaurimento delle disponibilità.

I biglietti individuali con la riduzione del 20% potranno essere acquistati - previa esibizione del tesserino di appartenenza relativo all’anno in corso - esclusivamente presso la biglietteria centrale dell’Auditorium Parco della Musica, in Viale P. de Coubertin.

Il Socio potrà contestualmente acquistare fino a un massimo di 4 biglietti per evento, e più precisamente: 2 biglietti ridotti per il singolo associato che usufruirà della riduzione in base alla presente convenzione e fino a un massimo di 2 biglietti a prezzo intero.

Il tetto massimo di 4 biglietti acquistabili è riferito a ogni singolo evento prodotto da Fondazione e sarà vincolato alla disponibilità dei posti, il tutto finalizzato ad evitare l’attività di bagarinaggio.

Per i soci che sono sprovvisti di tessera Fedic (perché non gli è arrivata, perché non la trovano, perché si sono iscritti da poco o lo stanno facendo) Il Presidente del cineclub del socio chiederà al Presidente del Cineclub Roma Fedic di fare una dichiarazione sostitutiva da inviare alla Segreteria del festival, dando dopo benestare al socio.

Per ogni richiesta di approfondimento e contatti con la Fondazione Cinema per Roma, inviare mail a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Ultimo aggiornamento Martedì 02 Ottobre 2012 23:44
 

Venezia. Intervento del Presidente della FICC Marco Asunis al Forum Fedic "Il Futuro del Corto d'Autore"

E-mail Stampa PDF

Forum Fedic - Federazione Italiana dei Cineclub

IL FUTURO DEL CORTO D'AUTORE

incontro avvenuto il 2 settembre allo Spazio Incontri Venice Film market
Hotel Excelsior

nell'ambito della 69. Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia

 

Tra i vari interventi riportiamo il contributo di Marco Asunis, Presidente della FICC Federazione Italiana Circoli del Cinema e il commento di Angelo Tantaro presidente del Cineclub Roma Fedic.

 

PROSPETTIVE PER UN PROGETTO COMUNE: CIRCUITAZIONE FEDIC, LA FICC E IL NUOVO PUBBLICO

Marco Asunis Presidente della FICCRingrazio a nome della Federazione Italiana dei Circoli del Cinema (FICC) gli amici della FEDIC per questo gradito invito, che ci dà l’opportunità di ragionare su aspetti importanti della nostra attività. A cominciare da quelli che ci proponeva il nostro caro amico Massimo Maisetti, presidente della FEDIC. Appunti, così li ha definiti, che si sono chiusi con una sorta di imperativo tutto interno, rivolto alla sua Federazione, alla  FEDIC, di guardare al futuro con la massima attenzione!!!

Io penso che sia questo un obbligo non solo della FEDIC, ma di tutti coloro che credono, lavorano e lottano affinché il cinema continui ad essere lo strumento straordinariamente più efficace e intrigante per l’uomo, per raccontare di sé, comunicare idee e storie della realtà che vive. Aggiungerei che il futuro, quello che tutti noi abbiamo davanti, mai così incerto e carico di precarietà e angosce, soprattutto per le nuove generazioni, lo si debba guardare con attenzione e con la giusta preoccupazione. Avendo la capacità di andare in profondità, non solo in termini metaforici, magari fino a 400 mt sotto il livello del mare, in una miniera del Sulcis in Sardegna, per capire le ragioni che inducono oggi 120 minatori a barricarsi con quintali di esplosivo per difendere il proprio posto di lavoro. E’ solo un esempio dei tanti che oggi la nostra realtà sociale propone sul versante della crisi in atto. Vorrei dire con questo che la nostra azione culturale dovrebbe  essere strettamente collegata alla realtà che ci circonda, con una visione che non può essere né strettamente individualistica né tanto meno catastrofica.

Cioè, quel che dobbiamo provare a costruire, qui ed ora, nella nostra non piccola dimensione associazionistica, sono percorsi aggregativi che rispondano costruttivamente alle incertezze dei nostri tempi e che riaffermino un ruolo importante dell’associazionismo culturale cinematografico nella società e nell’ambito più generale del nostro sistema democratico.

Ecco perché apprezzo molto quanto la FEDIC sta facendo, mettendo a confronto ambiti distinti del sistema cinema, per provare a relazionarli tra loro, a farli confrontare, a misurarne le distanze e a verificare se possono esserci punti o addirittura strategie comuni per rispondere ad una crisi, che non è solo economica e che non risparmia nessuno. O, per meglio dire, non risparmia il grosso della nostra società! Perché ancora c’è chi continua ad arricchirsi anche in questa situazione.

In questo senso, il tema principale del confronto di oggi – quello riferito a quali prospettive e quale  futuro può attendere il corto d’Autore – solo apparentemente richiama un interesse specifico, cioè quello del mondo autoriale. E’ invece, se ci pensiamo bene, un tema che trascina in sé altre questioni decisive del sistema della comunicazione cinematografica più generale.  Questioni  che riguardano l’attività complessiva dell’associazionismo culturale cinematografico, comprese quelle riferite alla  produzione filmica e alla stessa distribuzione, oltre naturalmente a quelle più proprie come la formazione e l’educazione all’immagine del pubblico.

Difatti, in questa epoca della comunicazione,  lo stesso lavoro culturale e organizzativo con il pubblico delle Associazioni di cultura cinematografica  si sta caratterizzando, sempre di più, con iniziative e attività che si rivolgono alla produzione e alla stessa distribuzione.

Ne sono una prova, tanto per fare qualche esempio e stare dentro casa, il progetto del ‘Cineclub Internazionale Distribuzione’ di cui ci ha parlato il Presidente Paolo Minuto, docente e operatore culturale e già Presidente della FICC e della stessa International Federation of Film Societies (IFFS), l’organizzazione internazionale che raggruppa i Circoli del Cinema sparsi in tutti i continenti della terra. La stessa Federazione internazionale si è fatta promotrice di un progetto di distribuzione cinematografica indipendente chiamato significativamente  CINESUD,  avviando una libera circolazione dei film del mondo autoriale  internazionale  con tematiche nel complesso fortemente sociali, indirizzate in particolare ai circoli del cinema e alle associazioni culturali senza scopo di lucro.

Ma  lo stesso approccio diretto alla realizzazione  dei film,  grazie anche alla economicità e praticità dei nuovi strumenti in digitale, sta coinvolgendo sempre di più il mondo dell’associazionismo culturale cinematografico, non solo quello della FEDIC che già lo fa storicamente. Potremmo dire per certi versi che siamo davanti a forme di un processo culturale in cui  il pubblico riesce perfino a diventare Autore, appropriandosi dei mezzi di produzione per rilanciare le sue storie, la sua propria visione del mondo. Riflettiamoci bene, in questi ultimi decenni, grazie a questo nuovo processo produttivo cinematografico,  quante storie locali e quante problematiche di diverso genere, ad esempio, sono state realizzate da questi nuovi autori?

Tutto ciò deve far parte delle nostre riflessioni.  Il futuro del corto d’Autore, ma anche del documentario,  non può che continuare a svilupparsi legandosi con la realtà viva che ci circonda, con la storia e la memoria delle comunità, con la vita e le aspirazioni delle persone.

E’ un processo, quello in essere, che ha davanti a sé un’enorme prateria. Un nuovo sviluppo dell’azione dell’associazionismo che potrebbe  in tempi brevi coinvolgere gli stessi interessi dell’attività complessiva delle  Film Commission, aprendo scenari nuovi e interessanti nel rapporto che può nascere tra le stesse Film Commission e il mondo variegato ed esteso dell’associazionismo culturale cinematografico.

E’ bene precisare che in questo quadro, il punto di vista della FICC rispetto a una ipotetica idea di Cinema visto come  una sorta di sistema copernicano, sia fondamentale  mantenere fermo il principio secondo cui il Sole, attorno al quale ruotano  i pianeti, non possa che continuare ad essere il pubblico. E affermando questo non intendo deprezzare e diminuire il ruolo e la funzione degli autori e il valore in sé dell’arte cinematografica. Tutto il contrario!

Non può esserci una evoluzione sul piano artistico del mondo autoriale, un futuro dell’arte cinematografica qualitativamente più alta, senza una forte domanda alla fonte e uno sviluppo culturale e critico del pubblico. E’ il pubblico che crea la domanda! Senza la luce e il calore del sole tutto il sistema solare non girerebbe e morirebbe. Questo dovrebbe valere anche per tutta l’industria cinematografica. I processi culturali in atto troppo spesso tendono invece a modellare il pubblico rispetto al prodotto, per altri fini e per altri obiettivi.

 Ecco perché dal nostro punto di vista è importante comprendere anche a quale pubblico si pensa e per quale pubblico si deve lavorare. La FICC non lavora per un pubblico indistinto, ma per il ‘nuovo pubblico’ dei non privilegiati sul piano sociale e culturale. L’idea del  ‘nuovo pubblico’ deve riguardare l’idea della nascita di un soggetto consapevole che può autorganizzarsi e lottare per smantellare una gabbia propensa a chiudere una società mediaticamente sfruttata e coercizzata dai mezzi di comunicazione di massa. Il cinema, come la stampa e la televisione, è un mezzo di comunicazione di massa!

Il  futuro del corto d’Autore, ma del Cinema più in generale, non può che raccordarsi anche con lo spirito di una crescita culturale ed etica del ‘nuovo pubblico’. Non può che raccordarsi, cioè, con l’idea che lo stesso Cinema nella sua essenza possa risultare strumento autoformativo e di crescita critica per un  Movimento del pubblico che provi a difendere e imporre i propri diritti.

In questo senso, la ‘questione del pubblico’  diventa un approccio di politica culturale fondamentale delle nostre Associazioni, per un’idea di sviluppo e di crescita formativa della nostra società.

Ecco perché è importante anche in questa occasione soffermarsi su questioni decisive, che riguardano il tema del rapporto pubblico - autori e nuove forme di distribuzione autonome e indipendenti, che si stanno imponendo nel sistema distributivo e che possono fungere da cerniera tra il ‘nuovo pubblico’ e il corto autoriale.

A fine giugno a Sassari, organizzato dal Cineclub della FEDIC della città sarda, si è svolto un importante incontro tra le nove Federazioni, che hanno avuto modo di approfondire molte di queste questioni, in un clima in cui pesava forte ancora l’assenza delle scelte di finanziamento del FUS da parte del MiBAC.

Grazie alla regia degli amici di Sassari, del Presidente del VII Sardinia Film Festival Angelo Tantaro, del presidente del Cineclub Carlo Dessì, di Paolo Micalizzi, tutte le nove Associazioni nazionali di cultura cinematografica si sono riunite attorno ad un tavolo per discutere del futuro dell’associazionismo e dell’impegno dell’operatore culturale, in un’epoca così complicata e difficile in cui non poche sono state le volte in cui perfino le stesse Istituzioni pubbliche hanno teso a mettere al rogo la cultura perché ‘non dà da mangiare’.

Appena due mesi fa, in quella occasione, di fronte ai tanti problemi, le 9 Associazioni hanno sottoscritto un importante documento  che traccia  una visione e una linea di politica culturale comune.  E’ emerso da questo confronto un fronte compatto teso ‘a difendere anzitutto il valore della cultura cinematografica, dell’istruzione e della formazione, considerandoli ‘bene comune’ fondamentale per la qualità della vita e per la crescita democratica della società.’. Recita il documento che per difendere ciò, il compito dell’associazionismo non può che essere un compito ‘generale che deve svilupparsi anche attraverso il raccordo con il mondo autoriale e della distribuzione cinematografica indipendente,  per attivare politiche più rispondenti agli interessi di un pubblico che si vuole sempre attivo e critico.’.  Per questa ragione diventa per noi molto importante ‘continuare a lavorare con il mondo della scuola per un’azione pedagogica tesa alla formazione delle giovani generazioni.’

E’ particolarmente  su questi passaggi che il futuro del corto d’Autore può avere il suo migliore sviluppo e la sua massima esplicazione.

Sono questi alcuni presupposti essenziali che hanno impegnato tutte le nove Associazioni  a riaffermare  il lavoro culturale verso l’autoformazione del pubblico e per la difesa dei suoi diritti, a cominciare da quelli sanciti dalla ‘Carta dei diritti del pubblico’  approvata nel 1987 nella ex Cecoslovacchia, a Tabor, nel congresso della Federazione Internazionale dei Circoli del Cinema, che è sempre utile e opportuno riproporre, far conoscere e divulgare.

L’incontro di Sassari ha ribadito ancora con forza l’esigenza  di ‘contrastare da subito  vecchie e nuove tendenze di politica culturale da parte delle Istituzioni che ne stanno avvilendo il ruolo attraverso pesantissimi e ingiustificati tagli dei finanziamenti pubblici’, con ricadute tali da mettere a rischio  posti di lavoro per centinaia di migliaia di lavoratori della cultura e dello spettacolo, come sta avvenendo per quelli dello storico polo cinematografico di Cinecittà, la cui scomparsa è inimmaginabile sul piano della storia e della memoria collettiva riferita al cinema italiano e non solo. Lo stesso identico discorso vale per il Centro Sperimentale di cinematografia o per l’Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico e altre importanti Istituzioni culturali che oggi stanno agonizzando.

L’impegno conclusivo emerso  in Sardegna è quello di una volontà collettiva per ‘dare slancio unitario al ruolo e all’attività culturale delle Associazioni anche attraverso iniziative comuni’.  Tale impegno ha un valore di grande rilievo se perseguito con convinzione e coerenza.

Il lavoro progettuale comune già in essere tra la FICC e la FEDIC vuole avere questo orizzonte. Un lavoro che mette insieme la FICC e la FEDIC e che nasce proprio sul versante della valorizzazione del corto d’Autore. Difatti, a seguito di un accordo, dal mese di Ottobre saranno messe in circolo, appunto, nei Circoli del Cinema della FICC diverse opere filmiche presenti nella Cineteca FEDIC. Vogliamo valorizzare insieme un patrimonio straordinario di opere di autori FEDIC per una visione critica e per la  crescita di un  ‘nuovo pubblico’.

Con Massimo Maisetti abbiamo voluto sottolineare questo impegno comune, realizzando e firmando in modo congiunto l’introduzione del catalogo  dei film intitolato ‘Autori FEDIC di ieri e di oggi’; 23 film scelti e presentati da Paolo Micalizzi e  Marino Borgogni che potranno essere visti e discussi anche con gli autori nella rete dei circoli FICC.  E’ un primo passo verso la ricerca di azioni comuni tra le Associazioni, che devono poggiare su quanto di meglio è nella loro storia e nel loro patrimonio ideale e culturale.

Con questo obiettivo, strumenti come l’AICA (l’Associazione per Iniziative Cinematografiche e Audiovisive) potrebbero essere riattivati per una funzione aggregante e per un lavoro unitario delle stesse Associazioni. L’AICA., che per diversi anni ha realizzato il progetto speciale “Cantiere Italia” promuovendo film italiani ed europei, pubblicando la “Guida dei Circoli di cultura cinematografica”  e organizzando il I Forum Nazionale delle Associazioni, ha rappresentato un punto di riferimento importante.  E’ stata questa una esperienza interassociativa importante che ha lasciato il segno, nata grazie alla volontà e all’intuito del mai dimenticato  Riccardo Napolitano della FICC, che intendeva rilanciare così il ruolo delle Associazioni e dare sviluppo alla “Carta dei diritti del pubblico”.

In  un mondo che cambia vorticosamente ed in un sistema della comunicazione che continua a trasformarsi,  abbiamo la necessità di nuove riflessioni e di  unire le forze per poter dare risposte più rispondenti alla crisi in atto, crisi non solo economica ma anche politica, culturale e morale. Abbiamo bisogno di uno scatto in avanti del nostro sistema economico e sociale, di un rilancio della politica e di un riassestamento del sistema democratico e partecipativo, in cui la Cultura rioccupi il posto che le compete rispetto ai disvalori del malaffare di questi ultimi decenni.

Dobbiamo trovare le energie in noi stessi e nelle nuove generazioni che devono recuperare fiducia ed il senso più positivo del loro futuro e della speranza.

Questo è il nostro auspicio e l’impegno che vogliamo come FICC mettere in campo, che riguarda certamente le prospettive dei corti d’Autore, ma riguarda soprattutto la crescita di un ‘nuovo pubblico’ e, perciò stesso, di una nuova società, per i quali tutto l’Associazionismo culturale cinematografico dovrà in modo convinto e coerente battersi fino in fondo.

Marco Asunis (presidente Ficc)


Angelo Tantaro Presidente del Cineclub Roma Fedic e del VII SardiniaFilmFestival

Caro Marco,

 

Ho letto, con partecipazione, il tuo contributo per il Forum che si è tenuto a Venezia il 2 settembre scorso.
Ti ringrazio per aver evidenziato, in maniera efficace, il nostro comune interesse verso il cinema e l’associazionismo come ti ringrazio per la citazione sul convegno organizzato a Sassari il 29/30 giugno scorso.
E’ giustissimo il tuo avvertimento a non dimenticare che la nostra azione culturale deve essere sempre riferita alla realtà che ci circonda e ho apprezzato il richiamo agli operai asserragliati nei pozzi del Sulcis. E’ espressione di vicinanza e solidarietà da parte del mondo dell’associazionismo di cultura cinematografica ai dannati della terra. Siamo impegnati proprio per questo nello sviluppo e crescita formativa della società. Solo così abbiamo motivo di esistere. Non possiamo parlare di cinema di impegno se poi trascuriamo, come da te ricordato, i lavoratori della cultura e dello spettacolo come per esempio i lavoratori di Cinecittà, del Centro Sperimentale e dell’Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico.
La nostra presenza non deve essere mai svincolata dall’impegno del rilancio della politica e deve contribuire alla riorganizzazione e rispetto del sistema democratico
E’ anche per questo che non crediamo nel cinema di evasione perché educa solo alla resa.

 

Angelo Tantaro (presidente del Cineclub Roma Fedic e del VII SardiniaFilmFestival)


Ultimo aggiornamento Lunedì 24 Settembre 2012 14:59
 
Altri articoli...


Pagina 5 di 10
Banner

Se vieni a Roma ti consigliamo di alloggiare al Quadraro.
Su via Tuscolana M Linea A fermata Numidio Quadrato.
10 minuti dal centro, a pochi passi dagli stabilimenti cinematografici di Cinecittà.
Domus Roma Vacanze - Qui staremo bene. www.domusromavacanze.it


Newsletter

Chi è online

 47 visitatori online

Cerca nel sito

Contatore visite
contatore traffico
Banner

Banner

Banner



Dati fiscali dell'Associazione
Cine Club Roma
info@cineclubromafedic.it
CF 96248340588